BANDO PER L’ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTO PER IL SOSTEGNO ALLE ATTIVITA’ ECONOMICHE  ARTIGIANALI E COMMERCIALI DEI COMUNI DELLE AREE INTERNE DI CUI AI COMMI 65-TER E 65-QUINQUIES DELL’ART. 1 DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2017 N. 205, COSI’ COME PREVISTO AL COMMA 313 DELL’ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2019, N. 160 E DALL’ARTICOLO 243 DEL D.L. N. 34 DEL 19/05/2020

I commi 65-ter, 65-quater e 65-quinquies dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, così come modificati dal comma 313 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2019, n.160 e dall’articolo 243 del decreto-legge n. 34 del 19 maggio 2020, che stabiliscono che: “65-ter. Nell'ambito della strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne, presso il Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei ministri è istituito un fondo di sostegno alle attività economiche artigianali e commerciali con una dotazione di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022. Il fondo è ripartito tra i comuni presenti nelle aree interne con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta dal Ministro per il Sud e la coesione territoriale, che ne stabilisce termini e modalità di accesso e rendicontazione. 65-quater. Agli oneri derivanti dal comma 65-ter si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per lo sviluppo e la coesione - programmazione 2014-2020 di cui all'articolo 1, comma 6, della legge 27 dicembre 2013, n. 147. 65-quinquies. Il Fondo di cui al comma 65-ter è incrementato di euro 60 milioni per l'anno 2020, di Euro 30 milioni per l'anno 2021 e di euro 30 milioni per l'anno 2022, anche al fine di consentire ai Comuni presenti nelle aree interne di far fronte alle maggiori necessità di sostegno del settore artigianale e commerciale conseguenti al manifestarsi dell'epidemia da Covid-19. Agli oneri derivanti dal presente comma si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per lo sviluppo e la coesione - programmazione 2014-2020 di cui all'articolo 1, comma 6, della legge 27 dicembre 2013, n. 147”;

La finalità del presente bando è l'rogazione di contributo a fondo perduto per spese di gestione (es. spese per energia elettrica, riscaldamento, assicurazioni, carburanti, cancelleria, materiali di consumo, ecc…, DPS, materiali e attrezzature per la sanificazione, ecc.)

Possono presentare domanda le piccole e micro imprese artigianali e commerciali con sede operativa sul territorio comunale.

Si definisce:

  • PICCOLA IMPRESA un’impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di euro;
  • MICRO IMPRESA un’impresa che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiori a 2 milioni di euro;

La domanda di accesso al contributo dovrà essere presentata utilizzando l’apposito modello (allegato 1) entro le ore 12,00 del 31 gennaio 2022 e potrà essere trasmessa:

  1. mediante posta certificata al seguente indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;
  2. consegnata a mano direttamente presso gli uffici comunali.

Allegati: